Un guardaroba ottimista fatto di pezzi evergreen e qualche divagazione eccentrica.  Gli abiti sottoveste di Pink Memories sono un must senza età da indossare giorno e notte. Tra lunghezze extra e sete che prendono il volo, il marchio toscano punta come sempre sul colore. Interamente made in Italy, le geometriche fantasie di  1-One Collection sono concepite dalla stilista Isabella Julio per sprigionare insieme energia e pace, rinfrescando la città nelle giornate di sole anche con il tailleur più strutturato. Catherine André si ispira alla natura: eleganti superfici jacquard e piccoli motivi di fascino orientale animano la collezione, delicatamente poetica e tutta made in France. Torna il tailoring impeccabile di Edward Achour Paris, sempre più speciale nei dettagli. I cappelli a tesa larga e le shopping di paglia Catarzi 1910 nascono - lo suggerisce il nome stesso - da un business di famiglia centenario: toni accesi, righe e applicazioni portano la tradizione nella contemporaneità.  A volte la felicità è una filosofia estetica, come nel caso delle borse di Michele Chiocciolini, il cui zaino a forma di cuore asimmetrico è ormai iconico. Infine, le scarpe di Chie Mihara, designer nata in Brasile da genitori giapponesi e di base in Spagna. Unendo ispirazione vintage, forme fiabesche, colore e, talvolta, rigore, ha trovato una ricetta unica.