Questa settimana WHITE B2B presenta una selezione dei nostri marchi e proposte di stile.


La bellezza cruda di paglia e raffia intrecciate a mano; le tinte forti di un abito di seta o di una stampa esotica; le linee essenziali di un accessorio high end concepito per durare. Quello di White è un guardaroba variegato che attraversa tempo e luoghi per celebrare, oltre ogni tendenza, lo stile individuale.

Da scoprire questa settimana, sulla piattaforma online:
- Il tributo agli anni Sessanta e le microfantasie di Virna Milano, collezione made in Italy di costumi e camiciotti, shorts e pantaloni concepiti per essere intercambiabili.
- Gli abiti sottoveste e i pull a tinte fluo di Pink Memories, il must senza età da indossare giorno e sera.
- Le forme impeccabilmente semplici delle borse di Caterina Zulian, talento nato un anno fa ed emerso all’ultima edizione di Altaroma.
- Le stampe ottiche e gli accostamenti arditi di Niù, da 20 anni anima nomade che rielabora paesaggi, colori, profumi e tradizioni dal mondo.
- Le maxi gonne di Francesca Bassi, creativa comasca la cui passione per il tessuti, stampe e ricami è una tradizione di famiglia.
- La poesia ruvida degli intrecci e le lunghe frange di Made For A Woman by Eileen Akbaraly, brand prodotto in Madagascar la cui ricerca estetica ha un impatto sociale sul territorio: tra rafia prodotta a km zero e pigmenti naturali, artigiane con un presente vulnerabile possono aspirare a un futuro migliore.
- I secchielli timeless di paglia e cuoio del marchio Lastelier Paris, maison francese di accessori 100% made in Italy che nasce da una riflessione contemporanea sull’essenziale.
- La tradizione centenaria di Caterina Bertini, azienda nata coi cappelli nel 1925 il cui best seller sono oggi le borse di paglia e crochet.
-L’amore per i dettagli inaspettati di Gi’n’Gi, altra realtà storica fondata nel 1944, i cui copricapi si prestano alla routine come alla dolce vita: molto più che un accessorio, un cappello dà un guizzo al look più semplice.