INSIDE WHITE


Agarw-Ūd

Orequo

A settembre 2019 torna l’appuntamento con INSIDE WHITE. Tra i brand che presentano le loro novità troviamo  Çaplait, non solo un marchio di calzature, ma un vero e proprio messaggio del talento attraverso le generazioni dell’artigianalità. Usman Manzoor ha lanciato il suo marchio nel 2017, prendendo a modello il Peshawari chappal, la classica scarpa indossata dagli uomini pakistani del Peshawar. Manzoor si è impegnato fin dall’inizio a garantire un salario equo e condizioni di lavoro etiche agli artigiani che lavorano con lui, salvaguardando un mestiere tanto antico quanto attuale e anche la sua ricchezza culturale. Orequo nasce dal desiderio di raccontare delle storie attraverso le sue creazioni. La fusione tra passato e presente è il motore che determina la brand identity, dove originalità, qualità ed autenticità sono le caratteristiche distintive. Il lusso per Orequo non è fine a sé stesso, ma è ricerca ed espressione delle proprie emozioni e dei sentimenti. Pipatchara è un nuovo marchio di moda, creato da due sorelle Pipatchara e Jittrinee, e che si concentra solo su materiali di alta qualità. Entrambe le creatrici hanno una decisa propensione per il mondo dell’Arts and Craft, in particolare per la tecnica del macramè che usano per decorare le loro borse hand made. Narciso, con il suo mito della bellezza, e i Tuareg del Medio Oriente si incontrano nelle collezioni estive di Agarw-Ūd, che presenta vestibilità over e forme morbide. I tessuti della collezione sono correlati al viaggio, lane vergini, mohair, cammello e seta, trattati con particolari finissaggi in modo tale da renderli performanti, traspiranti e impermeabili. Il marchio nasce dall’ideale di unione tra passato e contemporaneità. Il collegamento e caposaldo di questi due concetti alla base del brand è l’alta manifattura italiana e l’obiettivo di realizzare un prodotto totalmente made in Italy. Ozy Milano è il nuovo progetto creativo di Ozgun Ozcan, giovane designer turca al suo debutto nel mondo dell’accessorio ready-to-wear. Grazie all’ausilio di dispositivi altamente tecnologici, Ozgun ha dato vita ad un progetto in cui l’estetica incontra le nuove esigenze del quotidiano femminile: stile, ricercatezza, funzionalità. Ogni creazione si caratterizza di elementi iconici e distintivi, studiati nel dettaglio presso il laboratorio meneghino e pensati per un pubblico che ama la ricercatezza, con un pizzico di eccentricità. Vieux Jeu, letteralmente significa vecchio gioco, in pratica quest’etichetta belga creata dalla designer Claudia Storme, trae ispirazione da uno degli sport più antichi e apprezzati da lungo tempo: il tennis. Da Souvenirs du Futur il tessuto isolante e isotermico diventa trendy: il papier chocolat, un tessuto-carta metallizzato, impermeabile, isolante e anti strappo diventa la base di partenza per una collezione di borse, zaini, borsoni da viaggio e piccole bag dai riflessi brillanti. Una start up di calzature che viene dal Nord Europa. Arteana è stata fondata nel 2018 dalla fantasia e dalla volontà di Veselina Chebanova e Mikkel Bjødstrup, rispettivamente Art Director e Managing Director del brand. Il marchio sostiene le relazioni etiche, promuovendo i diritti dei lavoratori attraverso partnership produttive trasparenti e ugualitarie, con l’intento di dare vita a un'industria più equa e sostenibile. Questa decisa attenzione alla moda etica si esprime anche attraverso il reperimento delle materie prime rigorosamente certificate, in Italia e Spagna; le lavorazioni artigianali e la garanzia di condizioni di lavoro sostenibili per tutti gli artigiani coinvolti nel marchio. Tutte le scarpe sono realizzate a mano nel loro laboratorio lombardo, riportando in auge antiche tecniche di lavorazione come il merletto di Burani o il crochet.

Çaplait

Arteana

Pipatchara

Vieux Jeu

Souvenirs du Futur

Ozy Milano