CASADEI

WHITE MILANO - SPECIAL AREA - Tortona 27



Un’azienda dalle salde radici nell’alto artigianato italiano, capace di rinnovarsi e di stare al passo coi tempi, diventando uno di quei nomi che immediatamente fa pensare all’eccellenza nel mondo calzaturiero. Dal lontano 1958, anno in cui, in un piccolo laboratorio di San Mauro Pascoli, Quinto e Flora Casadei creavano la prima collezione di sandali destinati ai turisti che frequentavano la Riviera romagnola, di tempo ne è passato e ora vanta ben 21 negozi monomarca al mondo, uno show-room milanese in via dell’Annunciata, a Milano,corner presso La Rinascente ed è recente la presentazione a Roma e Milano del nuovo store concept, curato da Cesare Casadei, figlio di Quinto e Flora, dal 1994 creative director del brand, in collaborazione con l’architetto Marco Costanzi, sviluppato anche per la boutique in Albemarle Street nell’esclusivo quartiere di Mayfair, a Londra. Il marchio sembra sempre in fermento e pieno di idee, recente anche la collaborazione con la designer Ilenia Corti per una prima linea di gioielli Casadei proposta per la stagione primavera/estate 2017. Esempio di questa creatività sempre in movimento e pronta a nuove sfide è la capsule collection “WALL”, presente dal 22 al 25 settembre al WHITE in anteprima mondiale. Una collezione che vuole essere l’omaggio di Cesare Casadei all’unicità creativa e artigianale della maison di San Mauro Pascoli, ma anche simbolo di una visione che è all’insegna dell’innovazione e della ricerca. Una special area della fiera ospiterà, quindi, “WALL”, che ha come protagonista una zeppa dal design minimal-chic, proposta in esclusivi materiali, come il tessuto jaquard a stampa kimono, la seta lavorata ad effetto plissé e il crochet intrecciato con fili elasticizzati. Cesare Casadei ha pensato questi modelli, in cui materiali preziosi sono contaminati da dettagli high-tech, per la donna di oggi, una globe trotter curiosa e in continuo movimento, dinamica e ricercata. Aggettivi che definiscono perfettamente anche il marchio Casadei.